Monumentale opera a GAM Milano

Tempo di lettura: 2 min
GAM MILANO 800x510 Monumentale opera a GAM Milano

Per i prossimi tre anni, entrate alla Galleria d’Arte Moderna di Milano e lasciatevi incantare dalla bellezza avvolgente della Maternità di Gaetano Previati: un’opera monumentale – olio su tela di oltre quattro metri di lunghezza e di quasi due metri di altezza – che dal 1924 fa parte del patrimonio artistico di Banca Popolare di Milano, oggi Banco BPM.

Gaetano Previati (Ferrara, 1852 – Lavagna, Genova, 1920) studia all’Accademia di Brera entrando in contatto con la Scapigliatura. Uno dei piu’ grandi interpreti del Divisionismo, diventa, alla morte di Segantini, l’esponente piu’ importate sul versante simbolista.

La monumentale opera è il manifesto del Divisionismo. La tradizionale rappresentazione sacra lascia posto ad una raffigurazione più semplice. Colori caldi e puri danno un’atmosfera di quiete, mentre la luminosità irreale, conferisce una dimensione mistica alla scena.

Previati Maternita 720x304 Monumentale opera a GAM Milano

Nel 1891 l’opera, insieme a Le due madri di Segantini, partecipa alla Prima Triennale a Brera, dove suscita violenti critiche . L’anno successivo al primo Salon de la Rose-croix a Parigi, alla Biennale di Venezia del 1901, nella sala monografica dedicata a Previati. Acquistato da Alberto Grubicy e poi passato nella collezione Hierschel de Minerbi, il dipinto viene acquisito nel 1924 dalla Banca Popolare di Novara.

L’opera, per le sue dimensioni e il soggetto rappresentato, sembra quasi avvolgere in un abbraccio il visitatore, trasmettendo quel senso di serenità e protezione che è proprio della maternità, tema che, in un contesto storico e sociale così delicato e particolare come l’attuale, rappresenta un vero simbolo di rinascita e speranza“.

Negli anni partecipa a progetti espositivi in sedi autorevoli: la National gallery a Londra, Palazzo Reale a Milano, il MART di Rovereto, Palazzo dei Diamanti a Ferrara. Nel 2019 in occasione della mostra “L’amore materno. Alle origini della pittura moderna da Previati a Boccioni” è alla Galleria d’Arte moderna Achille Forti di Verona dove è rimasto in esposizione anche durante gli ultimi due anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.