Buskers Beer Week

22/1 ORE 19:00 - 23:55 @ EDIT - Eat Drink Innovate Together - Torino

Buskers Beer Week

Da Lunedì 21 a Domenica 27 Gennaio, all’EDIT Pub si terrà la Buskers Beer Week: arriva da noi, con cinque nuove spine, il birrificio itinerante di Mirko Caretta, ideatore del progetto che vuole valorizzare il concetto di birra senza fissa dimora, prodotta come in una jam session.

Giovedì 24 Gennaio, dalle 19, proprio Mirko Caretta aspetta tutti gli appassionati da EDIT per un TapTakeOver d’eccezione!

Ecco le spine disponibili:

Peacemaker, Scotch Ale, 7,5% gradi: classica nello stile, di color rosso intenso, è caratterizzata da note maltate, di caramello e frutta rossa. Leggermente affumicata, con note di cacao, accompagnerà e riscalderà le vostre serate. Viene brassata in collaborazione con La Casa di Cura, Abruzzo.

Nausicaa, Blanche, 5% gradi: si tratta della classica birra dissetante, di corpo esile e di facile bevuta. Perfetta per l’aperitivo e per l’inizio serata. Malto Pils e frumento (in ridotta quantità) in combinazione con il lievito sprigionano sentori di limone e rendono freschissima e fragrante questa birra. Viene brassata in collaborazione con Godog, Marche.

Gosebuskers, Gose, 5% gradi: si tratta di una nostra originale e prima interpretazione della birra stile Gose della città di Lipsia. Questa versione prevede l’aggiunta di mosto d’uva, in questo caso, Ribolla gialla Slovena!
Di colore giallo carico e con aggiunta di sale, questa birra si presenta come un’originale mix di sapidità e dolcezza che la rendono una “bevuta” unica nel panorama brassicolo mondiale!
Viene brassata con Reservoir Dogs, Slovenia.

Renò Cryo, Session Lager Ipa, 4,5% gradi: session perché fresca e con una bevibilità straordinaria; lager perché il lievito utilizzato è da bassa fermentazione. Ipa perché amara e fragrante, secca e profumata, grazie all’utilizzo di luppoli Cryo. Da bere per tutta la serata, viene brassata da Godog, Marche.

Rockstone, Rauch Ipa, 6,5% gradi: nasce da un’idea sviluppata durante il ritorno da un viaggio a Bamberga, patria delle birre affumicate; la nostra idea di questo stile ibrido, prevede l’aggiunta di molto luppolo al malto affumicato! Realizzata con malti Pils e Rauch e luppoli Simcoe, Mosaic e Magnum (anche in dry hopping) è una birra che da soddisfazione al palato intero. Al naso note agrumate, resinose e di frutta dovute ai luppoli americani. In bocca, dopo il primo assaggio, il calore dal malto Rauch sotto forma di “castagna”, leggera, rotonda, morbida e poi l’amaro dei luppoli, che pulisce il tutto e lascia un finale pieno e amaro. Viene brassata da MC-77, Marche.

Pre-evento si aggiungerà:
Kaneda, American Pils, 5,5% gradi: si tratta di una birra creata con solo malto Pils, lievito Pils e tanto luppolo. Crosta di pane e luppolo al naso, amaro intenso ma equilibrato per rendere la bevuta soddisfacente e particolarmente semplice! Una birra per tutti i gusti.
Viene brassata da Freelions, Lazio.

Non mancate!

X INFO: FEISBUCCC MAILL CELLL *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

Cinema Greenwich Village

Nel marasma dei portici di Via Po a Torino, a un tratto ti giri e rimani abbagliato dallo sfavillio del Greenwich Village!!!Atmosfera niuiorchese, grandi bar a 4 passi per carburare e Mercoledì a 4 euro!!! To

Il Magazzino di Gilgamesh

Locale storico del panorama della musica notturna torinese in pieno stile “Jazz Club Newyorkese”.E' famoso in tutto il Nord Italia come punto di riferimento per la musica live (Jazz, Blues, Rock). TO

Palazzina di Caccia di Stupinigi

Residenza Sabauda per la Caccia e le Feste edificata a partire dal 1729 su progetto di Filippo Juvarra, la Palazzina di Caccia di Stupinigi è uno dei gioielli monumentali di Torino, a 10 km da Piazza Castello, in perfetta direttrice.Costruita sui terreni della prima donazione di Emanuele Filiberto all'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (1573), è oggi proprietà della Fondazione Ordine Mauriziano, un ente governativo dedicato alla sua conservazione e valorizzazione.Riaperta al pubblico dopo importanti lavori di restauro, la Palazzina di Caccia -fra i complessi settecenteschi più straordinari in Europa- ha piena dignità museale con i suoi arredi originali, i dipinti,i capolavori di ebanistica e il disegno del territorio.La costruzione della Palazzina di Caccia inizia nel 1729 su progetto di Filippo Juvarra, e continua fino alla fine del XVIII secolo con interventi di ampliamento e completamento di Benedetto Alfieri e di altri architetti quali Giovanni Tommaso Prunotto, Ignazio Birago di Borgaro, Ludovico Bo, Ignazio Bertola.Testimonianza eccezionale dello spirito del tardo Juvarra e di Benedetto Alfieri, si specchia e ritrova nel rococò internazionale delle residenze reali europee.È luogo di loisir per la caccia nella vita di corte sabauda, sontuosa e raffinata dimora prediletta dai Savoia per feste e matrimoni durante i secc. XVIII e XIX, nonché residenza prescelta da Napoleone nei primi anni dell’800.Agli inizi del XX secolo è scelta come residenza dalla Regina Margherita, e dal 1919 è anche sede del Museo dell’Arredamento.Costituisce l’elemento eminente del patrimonio storico-artistico mauriziano. TO

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.