Fiera Fredda 2019

26/10 ORE 17:00 - 23:55 @ Lugagnano Val d'Arda - Lugagnano Val d'Arda

Fiera Fredda 2019

FIERA FREDDA 2019
58° Sagra delle castagne

Sabato 26 e Domenica 27 Ottobre

Lugagnano Val d’Arda

Tema dell’evento: il volontariato

________________________

SABATO 26 Ottobre

ore 17:00

Inaugurazione della manifestazione e delle mostre allestite dagli artisti locali.
Esposizione della storia di AVIS sezione di Lugagnano Val d’Arda a 60 anni dalla fondazione.
Mostra delle pitture dell’artista Teresa Bellaviti nella suggestiva sala del Consiglio Comunale.

ore 19:00

Apertura degli stand gastronomici in piazza a cura delle associazioni di volontariato del paese con anche i celebri castagnari.
Operazioni di voto da parte della Giuria per il concorso tra le vetrine dei commercianti del paese a tema “volontariamoci”.

ore 23:00

SILENT PARTY sotto la tensostruttura a cura di Pool Fiction & Madnight Squad

________________________

Domenica 27 Ottobre

ore 10:00

Passeggiata nei vigneti tra i colori dell’autunno (percorso di 3/6 Km), accompagnata dai racconti di Fausto Ferrari, con visita in cantina e degustazione dei prodotti delle vigne.
Possibilità di visita guidata agli scavi archeologici di Veleia.
Al rientro in paese: apertura del percorso di degustazione di vini e prodotti tipici nel cortile del Palazzo Comunale.

Apertura del mercato con bancarelle e spazio per gli hobbisti.
Esposizione e vendita in Piazza Giardino (Pradello) di copertine interamente prodotte con il cuore e le mani di un gruppo di appassionate volontarie il cui ricavato verrà devoluto alla Casa di Riposo per anziani di Lugagnano Val d’Arda.

ore 12:00

Apertura degli stand gastronomici in piazza a cura delle associazioni di volontariato del paese con anche i celebri castagnari.

ore 15:00

Intrattenimento musicale in Piazza IV Novembre con i Masa

________________________

X INFO: FEISBUCCC | *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano

Da chiesa paleocristiana a chiesa romanica a chiesa barocca ad auditorium per la cultura, scambio, dialogo, riflessione, incontro, arte, vita nel pieno centro di piacenza???E' esattamente quel che è successo al 12 di Via Sant'Eufemia!!!! PC

Castello di Fontanellato

La Rocca Sanvitale, nota anche come Castello di Fontanellato, è una fortezza risalente al 1124 situata nell'omonimo paese in provincia di Parma.Domina il centro abitato e si caratterizza per il profondo fossato d'acqua, che la circonda completamente.Fa parte del circuito dei castelli del Ducato di Parma e Piacenza (ne è la sede) ed è possibile visitarlo. PR

Castello di Tabiano

Il Castello di Tabiano ha origini molto antiche, tra il X e l’inizio dell’XI secolo, anche se un primo insediamento risale al tempo dei Romani che utilizzarono la posizione strategica soprelevata dell'ampio pianoro di Tablanus, su uno sperone di roccia.Tabiano è considerato uno dei più importanti monumenti di difesa dell’epoca feudale nell’Alta Emilia, oltre che la principale fortezza militare dei marchesi Pallavicino per il presidio delle Vie Emilia, Francigena e dei pozzi di sale.Nei suoi primi quattro secoli di vita la storia del Castello ricalca nelle grandi linee le vicende dell’alto e del basso medioevo italiano: guerre tra Guelfi e Ghibellini, tra impero, papato e Comuni, assedi, distruzioni, conquiste, tradimenti, ma anche amori, congiure fra parenti e tradimenti.Tabiano passa più volte di mano, è oggetto di contese che vedono coinvolte le grandi famiglie feudali – i Pallavicino, ma anche i Terzi, i Corrnazzano, i Visconti e i lo stesso imperatore Federico Barbarossa; dalla fine del XV secolo inizia un lento declino, legato in parte anche dal cambiamento della strategia militare che rende sempre meno importanti le fortezze di difesa.Nel XIX secolo il Castello risorge a nuova vita grazie a Giacomo e Rosa Corazza che lo rilevano da Sofia Landi. Vengono chiamati i celebri artisti e i migliori artigiani della zona per decorare con meravigliosi stucchi, affreschi e pavimenti le camere private e le splendide sale per ricevimenti, oggi in parte utilizzate per matrimoni, cerimonie ed eventi. PR

Palazzo Ex Enel

L’immobile, di proprietà della Fondazione di Piacenza e Vigevano, è inaugurato il 31 gennaio 2020; per il taglio del nastro una mostra dedicata al collezionismo del secondo Novecento, ispirata anche dalla vicinanza con la Galleria Ricci Oddi.La facciata è ben visibile da via Santa Franca: è stata dipinta utilizzando tre tonalità di grigio ispirate a Morandi e in accordo con la Soprintendenza.Il grande intervento di recupero trasforma Palazzo Ex Enel dei primi decenni del Novecento in un grande spazio polifunzionale destinato soprattutto all’arte contemporanea e ai giovani. Piacenza si arricchisce di un nuovo spazio espositivo per raccontare il tempo presente: XNL Piacenza Contemporanea. PC

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.