Il secondo principio di Banksy

7/12 ORE 10:00 - 19:00 @ Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura - Genova

BANKSY 1230x460 Il secondo principio di Banksy

Nessuno lo ha mai visto, nessuno conosce il suo viso, non circolano foto che lo mostrino: eppure Banksy conquista il mondo attraverso opere di inaudita potenza etica, evocativa e tematica.
Nato a Bristol intorno al 1974 e inquadrato nei confini generici della Street Art, Banksy rappresenta un esemplare caso di popolarità per un artista vivente dai tempi di Andy Warhol. Ad oggi è considerato il più grande artista globale del nuovo millennio.
Come è stato ribadito da molte firme internazionali, Banksy rappresenta la miglior evoluzione della Pop Art originaria, l’unico che ha connesso le radici del Pop, la cultura hip hop, il graffitismo anni Ottanta e i nuovi approcci del tempo digitale.

Il titolo della mostra trova origine nelle parole dello stesso artista: “Se vuoi dire qualcosa e vuoi che la gente ti ascolti, allora indossa una maschera. Se vuoi essere onesto allora devi vivere una bugia”. In seguito aggiunse anche: “Non saprete mai chi sono e ogni verità che dirò sarà mascherata da bugia”.
Secondo queste due affermazioni, il primo principio stabilisce che Banksy abbia qualcosa da dire, il secondo che quanto ha da dire sia una verità che – però – viene presentata sotto forma di menzogna. Una contraddizione irrisolvibile che rende Banksy uno degli artisti più veritieri e profondi del nostro tempo.⠀

Oltre 1oo opere e oggetti originali analizzano la poetica del MISTERIOSO STREET ARTIST BRITANNICO all’interno di un percorso espositivo ricco di schede testuali e video affinché il pubblico possa scoprire l’artista nelle sue molteplici angolazioni.
Dal capitalismo alla guerra, dal controllo sociale alla libertà, dalla gioventù all’ambiente: la mostra è un viaggio nell’immaginario di Banksy attraverso i temi ricorrenti delle sue opere e le criticità del nostro tempo.

Serigrafie:
Oltre trenta serigrafie riproducono alcune tra le più famose immagini dell’artista, molte delle quali usate nei suoi interventi all’aperto. Le serigrafie sono considerate dallo stesso Banksy vitali per diffondere i suoi messaggi di denuncia.
Tra queste troviamo alcune delle sue immagini più conosciute come Girl with Balloon, Napalm e Flower Thrower.

Dipinti a mano libera e stencil:
In esposizione alcuni dipinti e numerosi stencil sfrutto della primissima fase della carriera di Banksy.

Oggetti installativi:
Sono le opere provenienti da Dismaland, un apocalittico parco tematico – aperto da Banksy nel 2015 a Weston Super-Mare in Inghilterra – e altri oggetti.
Mickey Snake, topolino ingoiato da un pitone, è tra questi: una chiara denuncia alla Disney, accusata da Banksy di rappresentare un mondo irreale e favolistico.

Pezzi da collezione:
Completano la mostra diversi poster da collezione, le banconote di Banksy of England, alcune t-shirt rarissime e i progetti di copertine di cd e vinili.

Ti servono: 10/8/4 EURI!!!

X INFO: INTENETTT | FEISBUCCC | MAILL | CELLL | *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

Acquario di Genova

L'Acquario di Genova è il più grande acquario italia,o in Europa, dopo quello di Mosca, in Russia e quello di Valencia, in Spagna e il nono nel mondo. Si trova a Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico di Genova.Di proprietà di Porto Antico di Genova SpA e gestito dalla società Costa Edutainment SpA, è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle Colombiadi, ossia della Expo celebrativa del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell'America. La progettazione della struttura e dell'area limitrofa è dell'architetto Renzo Piano, l'allestimento degli interni è stato curato dall'architetto Peter Chermayeff. Successivamente è stato a più riprese ampliato. Al momento della sua inaugurazione era il secondo Acquario più grande al mondo. Dall'apertura al 2014 è stato visitato da oltre 25 milioni di visitatori, con una media di 1,2 milioni all'anno. GE

Camogli

Il centro della città di Camogli che occupa la vallata a ponente del monte di Portofino si affaccia sul Golfo Paradiso, all'estremità occidentale del promontorio portofinese, nella riviera di levante, ad est di Genova. Appartiene a Camogli la parte più ampia del parco naturale regionale di Portofino, mentre lo specchio acqueo antistante il promontorio fa parte dell'Area naturale marina protetta Portofino.L'aspetto architettonico più rilevante della cittadina è la presenza di edifici colorati che si affacciano sulla spiaggia. I colori e le linee più chiare orizzontali (dette marcapiano) servivano ai marinai camogliesi per riconoscere più facilmente la propria abitazione tra i vari piani dei palazzi del borgo e farvi ritorno dopo la pesca. Camogli è una delle poche località liguri dove ancora viene praticata professionalmente la pesca, con lampare ed una tonnara centenaria. La città è sede di una Cooperativa Pescatori che si occupa sia in Liguria che fuori regione della commercializzazione del pescato e della salagione e vendita delle acciughe nelle tipiche arbanelle di vetro. GE

Genova

Genova è il comune capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Liguria. E' il più grande comune della regione, il sesto comune italiano e terzo del Nord Italia per popolazione, quinto per movimento economico.La città fa parte del triangolo industriale Milano-Torino-Genova ed è il secondo porto più grande d'Italia per traffico di merci dopo quello di Trieste. Confinando con il comune di Bosio, in Piemonte, è l'unico comune della città metropolitana ad estendersi dal mare sino al confine regionale a nord.Affacciata sul Mar Ligure, la sua storia è legata alla marineria, al commercio, ma anche agli Istituti Bancari.La città è nota per aver dato i natali a Cristoforo Colombo, Giuseppe Mazzini, Goffredo Mameli e Niccolò Paganini, il suo porto, il più esteso d'Italia, è uno dei più importanti italiani ed europei.Genova è inoltre la città in cui fu composto l'Inno d'Italia. GE

Musei di Genova

L’offerta culturale dei Musei di Genova è ampia e diversificata. Le numerose collezioni ospitate in storiche sedi hanno enorme valore artistico. Oltre ai tre complessi museali principali (Musei di Strada Nuova, Mu.MA e Musei di Nervi), sul territorio cittadino sono presenti altri 19 sedi museali: Castello D’Albertis, Museo del Risorgimento, Museo del Tesoro, Museo di Archeologia ligure, Museo d’Arte Orientale, Museo di Sant’Agostino, Museo di Storia Naturale, Museo di Villa Croce, Museo di Storia Contadina, Palazzo Verde, Via del Campo 29:rosso, Casa di Colombo e Torri di Sant’Andrea, Lanterna di Genova, Loggia della Mercanzia, Archivio Storico, Centro DOCSAI, Acquedotto Storico di Genova, Parco delle mura e dei forti e Parco di Villa Pallavicini. In città sono presenti anche due Musei Statali, il Museo Palazzo Reale e la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. GE

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.