Mostra di Fernando Botero

9/1 ORE 11:00 - 20:00 @ Palazzo Pallavicini - Bologna

Mostra di Fernando Botero

La stagione autunnale si preannuncia emozionante per i visitatori di Palazzo Pallavicini: le suggestive sale della splendida struttura storica bolognese, in Via San Felice 24 a pochi passi dalle Due Torri e da Piazza Maggiore, ospiteranno dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020 un’importante esposizione dedicata all’artista colombiano FERNANDO BOTERO 👨🏼‍🎨

La mostra, promossa dal Gruppo Pallavicini S.r.l composto da Chiara Campagnoli, Deborah Petroni e Rubens Fogacci e curata da Francesca Bogliolo in collaborazione con l’Artista.

📌 Palazzo Pallavicini, Via S. Felice, 24 – Bologna
📅 Dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
🕚 Dal giovedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00

LA MOSTRA 🎨
Il corpus della mostra è costituito da 50 opere uniche mai viste prima nel capoluogo emiliano, comprendenti una serie di disegni realizzati a tecnica mista e un pregiato insieme di acquerelli a colori su tela. L’esposizione, articolata in sette sezioni, rispetta i temi cari all’artista e pone la sua attenzione all’occhio poetico che questi è capace di posare sul mondo, regalando una bellezza fatta di volumi abbondanti, colori avvolgenti e iconografie originali. Un visionario inno all’esistenza che approfondisce il disegno inteso come fondamento della forma, primario e imprescindibile strumento di bellezza.
Tra i soggetti selezionati compaiono personaggi legati alla tauromachia e al circo, silenti ed equilibrate nature morte, delicati nudi, personalità religiose, individui colti nella propria quotidianità: una rassegna visiva che tiene conto dell’intensa ricerca visiva di Botero, tesa all’affermazione del suo caratteristico linguaggio.
Tra le opere esposte si nascondono i segreti della vita, celati sotto presenze dai volumi corpulenti, persone o oggetti in attesa di un movimento casuale o volontario. In perfetto equilibrio tra ironia e nostalgia, atmosfere oniriche e realtà fiabesca, classicità italiana e cultura sudamericana, l’arte di Botero risulta creatrice e portatrice di uno stile figurativo e personale, capace senza indugio anche in questa occasione di coinvolgere e affascinare chi guarda.
Libertà creativa e monumentalità rappresentano il fil rouge dell’esposizione, il cui allestimento è stato progettato con l’Accademia di Belle Arti di Bologna diretta dal Prof. Enrico Fornaroli e realizzato in collaborazione con il Biennio specialistico in Scenografia e allestimenti degli spazi espositivi e museali grazie al Prof. Enrico Aceti, alla Prof.ssa Rosanna Fioravanti, al Prof. Michele Chiari e al Dott. Erasmo Masetti insieme agli studenti Alessandro Barbera, Larissa Candido Bergamaschi, Cecilia Giovine, Ester Grigoli, Sarah Menichini, Bianca Piacentini, Rossella Pisani, Elena Romagnani e Tatiana Sànchez Sandoval.

⬇️ INFORMAZIONI UTILI

📌 LUOGO
Palazzo Pallavicini, via S.Felice n.24, 40122, Bologna

🕚 DATE E ORARI DI APERTURA
Dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020
• dal giovedì alla domenica dalle 11.00 alle 20.00
• Chiuso il lunedì, martedì e mercoledì.
• la biglietteria chiude 1h prima (ore 19.00 ultimo ingresso)

🕚 APERTURE STRAORDINARIE dalle 11.00 alle 20.00 (ore 19.00 ultimo ingresso):
• 1 e 2 novembre 2019
• 8,23,26,30 dicembre 2019
• 31 dicembre 2019 (dalle 11.00 fino alle 17.00)
• 1,6,7,8 gennaio 2020

Chiusure programmate tutta la giornata
• 17 e 18 ottobre 2019
• 24 e 25 dicembre 2019

💶 TARIFFE
• Intero: 13 euri
• Ridotto: 11 euri (dai 6 ai 18 anni non compiuti, over 65 con documento, studenti fino a 26 anni non compiuti con tesserino, militari con tesserino, guide turistiche con tesserino, giornalisti praticanti e pubblicisti con tesserino regolarmente iscritti all’Ordine, accompagnatori diversamente abili in compagnia del disabile, soci ICOM con tesserino)
• Gruppi (minimo 10 persone): 10 euri (1 accompagnatore aggratis)
• Scuole: 5 euri (2 accompagnatori aggratis per ogni classe)
• Bologna Welcome e Bologna Card Musei: 9 euri
• Giovedì Università (con tesserino): 9 euri
• Gratuito: bambini sotto i 6 anni, disabili con certificato.
• Biglietto famiglia con figli dai 6 ai 18 anni non compiuti:
Genitore 10 euri Minori dai 6 ai 18 anni non compiuti 8 euri
• Biglietto Open: 16 euri | Biglietto con prenotazione senza vincoli di orario e data valido fino a fine mostra

🔍 SERVIZI:
• Appendi abiti aggratis fino ad esaurimento.
• Porta ombrelli aggratis fino ad esaurimento.
• Ammessi animali di piccola taglia solo nell’apposito trasportino o in braccio.
• Non sono presenti armadietti per la custodia degli oggetti.

⚠️AVVERTENZE IMPORTANTI:
• L’accesso per persone non deambulanti o disabili in carrozzina avviene esclusivamente tramite montascale cingoli Modello Jolly Ramp D3000010 fornito da TGR con portata fino a 140 kg (peso calcolato tra persona e carrozzina, il peso sarà riportato dal visitatore) per due rampe di scale per un totale di 38 gradini.

Ti servono: 5/16 EURI!!!

X INFO: INTENETTT | FEISBUCCC | MAILL | CELLL | *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

ONO Arte Contemporanea

Galleria dedicata all'arte in tutte le sue forme: fotografia, videoarte, grafica, installazioni, libri, oggetti di design e abbigliamento, documentari, musica, vinili.E' nata dall’idea che la galleria debba oggi soddisfare un pubblico molto più vasto e variegato: per questo, al suo interno – pensato come un vero e proprio concept store – trovano spazio un bookshop, un music shop e un lounge bar.Le mostre, allestite nello spazio che si sviluppa su diversi livelli, sono prevalentemente di fotografia e sono incentrate soprattutto sulla musica, la moda e, in generale, su tutte quelle icone che hanno influenzato la cultura popolare dagli anni Sessanta ai giorni nostri, con numerosi eventi collaterali come presentazioni di libri, romanzi, fumetti, proiezioni e conferenze. BO

Palazzo Albergati

Sulle fondamenta di antichi edifici residenziali posti in Via Saragozza, a Bologna, a partire dal 28 aprile 1519, iniziò la costruzione dell’odierno Palazzo Albergati - edificato dall’omonima e importate famiglia bolognese - nato dal progetto architettonico attribuito a Baldassarre Peruzzi (o a Domenico da Varignana).In una posizione eccezionale rispetto agli altri, Palazzo Albergati primeggia sulla via del centro storico bolognese con la sua imponente facciata che assunse la forma definitiva nel primo decennio del ‘600, e vanta all’interno preziosi affreschi del ‘600/’700 tra i quali il Fregio di Bartolomeo Cesi raffigurante le Storie di Annibale e alcuni scene della Seconda Guerra Punica.L’8 agosto 2008 Palazzo Albergati fu colpito da un incendio che ha portato ad iniziare una serie di restauri che hanno interessato in particolare alcuni appartamenti al pianterreno e al primo piano, col totale recupero di tutte le decorazioni pittoriche e i vari stucchi baroccheggianti a decorazione delle volte del Palazzo, che datano dal secolo XVII al XIX. BO

Palazzo Pallavicini

In Via San Felice, nel cuore della Bologna antica, a due passi dalle due torri e da Piazza Maggiore, sorge Palazzo Pallavicini.Originario del XV° secolo e già appartenuto a nobili famiglie bolognesi come i Villa, i Volta ed i Marsili. Nel 1557 venne acquistato dalla famiglia Isolani che, secondo lo storico Guidicini, conferì all’architettura interna del palazzo specifica dignità utilizzando l’opera degli architetti Paolo Canali e Luigi Casali.Nel 1681 fu rilevato dai fratelli Girolamo e Carl’Antonio Alamandini che, per eredità, lasciarono alla sorella Veronica, sposata con Paolo Bolognetti, sia il Palazzo che la Villa di Croce del Biacco a Bologna.La proprietà, intorno alla seconda metà del '700, passò da Ferdinando Bolognetti Alamandini al maresciallo Gian Luca Pallavicini, consigliere di stato dell’imperatrice d’Austria Maria Teresa e governatore generale della Lombardia.I saloni del Palazzo, che si sviluppano su una superficie di circa 1800 mq, sono riccamente affrescati, ornati da splendidi stucchi e ospitano opere del Burrini, Zanotti, Minozzi e Barozzi.Da ricordare che, nella splendida “sala della musica” il 26 marzo 1770 si esibì l’allora quattordicenne fanciullo prodigio Wolfgang Amadeus Mozart.Cinquecento anni di storia di Palazzo Pallavicini e duemila metri quadrati di arte e comodità per la residenza e gli affari. BO

Teatro Celebrazioni

Costruito negli anni ‘50 e immerso nel verde, accoglie il pubblico in un’elegante sala con quasi 1000 poltrone suddivise tra un’ampia platea e una balconata. La prosa, la danza internazionale, i grandi comici, gli spettacoli musicali e i concerti di musica leggera sono i generi distintivi della programmazione teatrale che si affaccia con grande respiro alla contemporaneità. BO

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.