Rosso Fioravanti

26/4 ORE 10:00 @ Museo dell'automobile di Torino - Torino

Rosso Fioravanti

Dalla sublime Ferrari Daytona alla mitica 308 di Magnum P.I. fino ai prototipi recenti dell’azienda Fioravanti, un’inedita esposizione celebra attraverso disegni, fotografie e modelli iconici uno dei designer che più hanno segnato lo stile della Casa di Maranello tra gli Anni ‘60 e ‘80

Tra i progettisti che più hanno segnato nel tempo lo stile Ferrari, Leonardo Fioravanti è il designer concettualmente più legato alla Casa di Maranello, quello che tra gli Anni ’60 e ’80 ha saputo creare le più affascinanti vetture con il Cavallino rampante sulla calandra – una su tutte, la Daytona, considerata un capolavoro assoluto. All’ingegnere-designer “con la matita rossa” che ha trascorso nelle stanze dei bottoni mezzo secolo, prima in Pininfarina e poi a Maranello, è dedicata la nuova retrospettiva “Rosso Fioravanti” del Museo Nazionale dell’Automobile “Avv. Giovanni Agnelli” di Torino, in mostra dal 23 Marzo 2018 al 6 Gennaio 2019, a cura del Direttore del MAUTO Rodolfo Gaffino Rossi e del giornalista Giosuè Boetto Cohen.

Un’esposizione che, per il pubblico più appassionato, potrà avere addirittura il valore di una “mostra-incontro”: nei primi due mesi infatti, Leonardo Fioravanti sarà disponibile a condurre personalmente visite guidate tra le sale espositive, un’occasione imperdibile di sentire dalla voce del protagonista aneddoti e approfondimenti legati al materiale esposto.

X INFO: INTENETTT | FEISBUCCC | MAILL | CELLL | *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

Biblioteche Civiche Torinesi

Le Biblioteche Civiche Torinesi comprendono la Biblioteca civica centrale, 15 biblioteche di zona, due biblioteche situate all'interno Casa circondariale "Lorusso e Cutugno" e dell'Istituto penale minorile "Ferrante Aporti". Il prestito dei libri è anche disponibile presso alcuni ospedali e presso alcuni punti di prestito gestiti in convenzione con associazioni cittadine. La rete delle biblioteche civiche comprende anche la Biblioteca musicale "Andrea Della Corte" e un giardino di lettura al Mausoleo della Bela Rosin. TO

CAMERA Centro Italiano per la Fotografia

Torino, città da sempre attenta ad ogni forma d’arte, è nato nel 2015 un nuovo ed interessante progetto legato alla fotografia e al fotoracconto: il Centro Italiano per la Fotografia.Questo centro si pone come obiettivo quello di essere uno spazio espositivo, un osservatorio sulla fotografia italiana ed internazionale nonché una vera a propria piattaforma di incontro, ricerca, sperimentazione e apprendimento su questa incredibile e potente espressione artistica.Attraverso eventi, mostre, workshop adattati alle varie fasce di età ed altre iniziative, Camera vuole inoltre promuovere una diversa educazione visiva (in un momento storico altamente saturo di immagini e fotografie) per favorire nei ragazzi e negli adulti una più ampia comprensione delle immagini. TO

Castello di Pralormo

Il Castello, le cui origini risalgono al Medioevo, è stato trasformato in varie epoche in residenza nobiliare di campagna grazie agli interventi di alcuni dei maggiori architetti del tempo ed è tuttora permanentemente abitato dai proprietari, i Conti Beraudo di Pralormo che lo possiedono dal 1680: il Conte Filippo e la moglie Consolata, ritenendosi “conservatori temporanei” considerano giusto e doveroso non solo preservare il castello e la tenuta perché fanno anche parte del paesaggio ma renderli usufruibile da parte del pubblico, pur senza snaturarli. Hanno quindi iniziato a partire dagli anni ‘90 un'attività di esposizioni temporanee che permettono l'apertura al pubblico e quindi la fruizione del parco e delle pertinenze. Anche grazie a queste manifestazioni e iniziative il Castello è oggetto di un costante programma di tutela e conservazione e sono garantiti anche i continui indispensabili interventi di mantenimento del parco storico e dei suoi alberi secolari. To

GAM Torino

La Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, anche conosciuta come GAM, è il più antico museo d’arte moderna d’Italia.Fu fondata attorno al 1891-95 ed ospita 45mila opere tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie, disegni, incisioni e video d'artista. TO

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO