La Terra Trema 2019

1/12 ORE 15:00 - 23:55 @ Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito - Milano

La Terra Trema 2019

LA TERRA TREMA 2019
29, 30 novembre e 1 dicembre 2019
Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito
Fiera feroce di vini, cibi, cultura materiale ● XIII edizione

Venerdì 29 novembre 2019
⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘
Dalle ore 15:00 alle 22:00 | DEGUSTAZIONI LIBERE
Assaggi, narrazioni e acquisti diretti dai produttori.

Ore 17:00 Laboratorio eno-sensoriale | LA VITE
Storia e radici, la coltivazione della vite, fare il vino in vigna e in cantina, degustazione guidata di due vini. A cura di Enoize.

Ore 18:00 Incontro | UN MARE, UN PORTO, UN PESCE
Territori di pesca, comunità marinare e identità gastronomiche del pesce nel Mar Mediterraneo, accompagnata dalla degustazione di prodotti ittici della Cooperativa del Golfo di Catania. Con Tano Urzì, pescatore.

Ore 22:00 Concerto in Foresta | the Cyborgs
Ore 23:00 Dj set in Foresta | #BobScotti
Ore 23:00 Concerto al Baretto | Leo Ghiringhelli Trio

Sabato 30 novembre 2019
⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘
Dalle ore 15:00 alle ore 22:00 | DEGUSTAZIONI LIBERE
Assaggi, narrazioni e acquisti diretti dai produttori.

Ore 17:00 Laboratorio eno-sensoriale | L’ANALISI SENSORIALE
L’analisi visiva, l’analisi olfattiva, l’analisi gusto olfattiva, degustazione guidata di due vini. A cura di Enoize.

Ore 18:00 Incontro | ATTORNO A UNA RICETTA
Il libro raccoglie un centinaio di racconti in cui il cibo è protagonista assieme alle persone che lo preparano, ogni ricordo dà forma al ritratto personale di ognuno. Con alcun* dei/lle protagonist* e Giorgia Brianzoli.

Ore 22:00 Concerto in Foresta | #TheUppertones
Ore 23:00 Dj set in Foresta | Paolo Minella
Ore 23:00 Concerto al Baretto | Wild Meg & The Mellow Cats

Domenica 1 dicembre 2019
⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘
Dalle ore 13:00 alle ore 20:00 | DEGUSTAZIONI LIBERE
Assaggi, narrazioni e acquisti diretti dai produttori.

Ore 15:00 Bambin* | ESPLORATORI A LA TERRA TREMA
Avventurose incursioni e un reportage autocondotto tra gli stand della Fiera Feroce. Con Giorgia, Piera, Monia.

Ore 19:30 Premiazione | PREMIO MASSIMO “TOPINO” RUFFINI
Consegna del riconoscimento, dedicato a Massimo Ruffini, giovane agricoltore di montagna appena scomparso, che premia un/a agricoltore/trice per giovane età, capacità relazionale e salvaguardia del territorio.

Ore 20:00 Premiazione | RONCOLA D’ORO 2019
Proclamazione del/la vincitore/trice dell’ambito premio, che viene assegnato al/la vignaiolo/a che raccoglie più votazioni dal pubblico.

Ogni giorno
⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘
PIETANZE A FILIERA DIRETTA
Menù a filiera diretta in Cucina Pop e nel Teatro di agricoltori e artigiani.
Un menù pensato per la tre giorni di fiera e di festa, frutto di combinazioni e conoscenze consolidate, frutto di scambi nati per l’occasione con agricoltori e artigiani.

Informazioni
⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘⁘
Ingresso 10 euri | sottoscrizione al progetto | calice da degustazione | catalogo

Ti servono: 10 EURI!!!

X INFO: INTENETTT | FEISBUCCC | MAILL | *

* dei tipi che organizzano

OFFRI/TROVA 1 PASSAGGIO
CERCA 1 ALLOGGIO

Salva in Agenda

Nelle vicinanze

Acquario Civico di Milano

L'Acquario Civico di Milano: un museo viventeÈ ospitato in uno splendido edificio liberty che con i suoi fregi e maioliche racconta all'esterno il suo contenuto. È situato accanto all'Arena civica e ai margini del Parco Sempione, di cui riproduce l'architettura ellittica. L'attuale assetto dell'edificio e delle vasche è frutto della ristrutturazione (2003-2006) che ha restituito l'Istituto, nella sua nuova veste, ai visitatori e alla cittadinanza. MI

Arengario

Eretto verso la fine del XIII secolo, l'antico palazzo comunale, detto Arengario (dal latino arengarius, derivato dal germanico hari-hring, “luogo per assemblee”) sorge in posizione pressoché contigua al Duomo, a significare anche visivamente la contrapposizione di poteri, religioso e civile, che anche a Monza contraddistinse il periodo comunale.Situato nel centro cittadino, in relazione alla vasta piazza del Mercato ed in asse con la via principale che legava la città a Milano e alla Brianza, faceva parte di un insieme complesso, che le vicende edilizie ed i restauri hanno ridotto al solo palazzo comunale. Accanto sorgeva, collegato da un passaggio sospeso, il palazzo pretorio (o del podestà) oggi scomparso.L'edificio presenta a piano terra un ampio porticato ad arcate, sorretto da massicci pilastri in pietra, luogo degli incontri e degli scambi, ed un’unica grande sala coperta a capriate di legno al primo piano, destinata alle adunanze ed assemblee, che si apre con un balconcino a loggetta (la "parlera") dalla quale si leggevano i decreti emanati dal Comune alla popolazione. La torre campanaria, realizzata successivamente, sul lato nord, presenta la merlatura ghibellina a coda di rondine.L'antico accesso alla sala superiore, adibita ora a sala espositiva per mostre d'arte e rassegne culturali, avveniva lungo il fianco orientale tramite due scale esterne alla porta di cui sono tuttora visibili le tracce. Oggi l'ingresso è da nord attraverso una scala nella torre. MB

Castello Sforzesco di Milano

E' uno dei principali simboli della Città di Milano e della sua storia.Fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo nota come Castrum Porte Jovis (Castello di porta Giovia o Zobia), e nei secoli ha subito notevoli trasformazioni.La Porta Giovia viene eretta in età romana (III secolo d.C.) da Diocleziano Giovio, a cavallo della cinta muraria dell’antica Mediolanum, costituendo un punto di transito per chi entra ed esce dalla città.In età medievale Azzone Visconti potenzia e amplia il circuito murario antico.Il ruolo di questa porta cambia nella seconda metà del 1300, quando Galeazzo II Visconti vi costruisce intorno la sua rocca quadrata.Fra il Cinquecento e il Seicento era una delle principali cittadelle militari d'Europa. Trasformato in una delle più ampie cittadelle fortificate d'europee, era destinata alle truppe del figlio Gian Galeazzo.Solo con Filippo Maria Visconti, nel XV secolo, il complesso adibito a fortezza e prigione assume carattere di residenza signorile della famiglia, che fino a quel momento abitava il Palazzo dell’Arengo vicino al Duomo. L’area del Castello verrà allora ampliata e dotata di un fossato, di giardini e di un grande parco verso nord.Restaurato in stile storicista da Luca Beltrami tra il 1890 e il 1905.Oggi è sede di importanti istituzioni culturali e meta turistica. ed è uno dei più grandi castelli d'Europa. MI

Centro Culturale di Milano

Il Centro Culturale di Milano ha sede nell'edifico firmato Studio Caccia Dominioni, a fianco della Chiesa di San Vito al Pasquirolo, che diede i natali a Caravaggio. Ente morale ideato e sostenuto da personalità e professionisti di Milano e del Paese, e dal volontariato dei giovani. Attivo dal 1981, con le sue 22.000 presenze e più di 50 eventi l’anno, è originale spazio di dialogo ed espositivo su molti campi della cultura e dell’arte, in collaborazione con istituzioni, enti, case editrici. MI

AGGIUNGI UN POSTO oppure PROMUOVI L'EVENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.