Locali, luoghi..posti

Sto caricando la mappa ....

conosci la profonda provincia Italica?

Iseo

Importante centro turistico sulla sponda sud-orientale del lago d'Iseo, si trova una ventina di chilometri a nord del capoluogo provinciale Brescia.Il suo territorio presenta le caratteristiche di un ambiente a cavallo fra il lago e la collina, fra l'acqua e la terra, particolarmente evidenti nell'habitat della Riserva naturale Torbiere del Sebino.Rientra inoltre nella zona vitivinicola della Franciacorta. BS

Shout – Dinner, Beer & Live

Birra cibo e musica live in stile ammmerrrighan-industriale!!!! (a Vittuone!!!)Hamburgeria, griglieria, birra, cocktails e tanta ma tantissima buona musica live.LE NOSTRE SERATE:MARTEDÌ Birra omaggio MERCOLEDÌ Birra omaggio GIOVEDÌ Space Jam Session | Giovedrink 2x1 VENERDÌ Tribute & Cover Band Live in Arena SABATO Tribute & Cover Band Live in Arena DOMENICA aperitivo, buffet & Musica dal vivoLet there be rock!! MI

Palazzina di Caccia di Stupinigi

Residenza Sabauda per la Caccia e le Feste edificata a partire dal 1729 su progetto di Filippo Juvarra, la Palazzina di Caccia di Stupinigi è uno dei gioielli monumentali di Torino, a 10 km da Piazza Castello, in perfetta direttrice.Costruita sui terreni della prima donazione di Emanuele Filiberto all'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (1573), è oggi proprietà della Fondazione Ordine Mauriziano, un ente governativo dedicato alla sua conservazione e valorizzazione.Riaperta al pubblico dopo importanti lavori di restauro, la Palazzina di Caccia -fra i complessi settecenteschi più straordinari in Europa- ha piena dignità museale con i suoi arredi originali, i dipinti,i capolavori di ebanistica e il disegno del territorio.La costruzione della Palazzina di Caccia inizia nel 1729 su progetto di Filippo Juvarra, e continua fino alla fine del XVIII secolo con interventi di ampliamento e completamento di Benedetto Alfieri e di altri architetti quali Giovanni Tommaso Prunotto, Ignazio Birago di Borgaro, Ludovico Bo, Ignazio Bertola.Testimonianza eccezionale dello spirito del tardo Juvarra e di Benedetto Alfieri, si specchia e ritrova nel rococò internazionale delle residenze reali europee.È luogo di loisir per la caccia nella vita di corte sabauda, sontuosa e raffinata dimora prediletta dai Savoia per feste e matrimoni durante i secc. XVIII e XIX, nonché residenza prescelta da Napoleone nei primi anni dell’800.Agli inizi del XX secolo è scelta come residenza dalla Regina Margherita, e dal 1919 è anche sede del Museo dell’Arredamento.Costituisce l’elemento eminente del patrimonio storico-artistico mauriziano. TO

ONO Arte Contemporanea

Galleria dedicata all'arte in tutte le sue forme: fotografia, videoarte, grafica, installazioni, libri, oggetti di design e abbigliamento, documentari, musica, vinili.E' nata dall’idea che la galleria debba oggi soddisfare un pubblico molto più vasto e variegato: per questo, al suo interno – pensato come un vero e proprio concept store – trovano spazio un bookshop, un music shop e un lounge bar.Le mostre, allestite nello spazio che si sviluppa su diversi livelli, sono prevalentemente di fotografia e sono incentrate soprattutto sulla musica, la moda e, in generale, su tutte quelle icone che hanno influenzato la cultura popolare dagli anni Sessanta ai giorni nostri, con numerosi eventi collaterali come presentazioni di libri, romanzi, fumetti, proiezioni e conferenze. BO

Carpaneto Piacentino

Carpaneto Piacentino è il capoluogo naturale della Val Chero.Sorge ai piedi delle colline sull’incrocio delle strade provinciali Piacenza-Lugagnano e Cadeo-Velleia.Dista 20 Km da Piacenza e 13 da Fiorenzuola d’Arda ed è conosciuto per aver dati i natali a Edoardo Amaldi, celebre fisico italiano del XX secolo nonché membro del gruppo dei ragazzi di via Panisperna.Il territorio comunale ha una superficie di 6324 ettari che variano da un’altezza minima di m. 74 (Zena) ad una massima di m. 390 (Magnano) sul livello del mare ed ha un popolazione di 7.700 abitanti.La presenza romana nel territorio di Carpaneto è attestata da tracce di centuriazione e da numerosi rinvenimenti archeologici (disseminati in varie località): tombe, tracce di lastricato, frammenti di oggetti da mensa in ceramica; nella frazione di Badagnano fu rinvenuto un dolio di ragguardevoli dimensioni (ora conservato nell’antiquarium di Velleia).Il primo documento che cita Carpaneto è del 25 settembre 758 e riguarda le vendite avvenute tra alcuni nobili longobardi di un appezzamento di terreno boschivo composto in prevalenza da “carpinus betulus”.La denominazione del luogo si trova inoltre in un testamento olografo del 7 luglio 801, conservato nell’archivio capitolare di Piacenza. Altro documento importante è un rogito di vendita su pergamena longobarda datato 27 novembre 815 relativo alla vendita di parte di una selva “in loco ubi dicitur Carpenetus” da parte di Gastaldo del fu Gautperto al vescovo di Piacenza, Podone (809-840).L’attuale stemma è stato riconosciuto ufficialmente il 26 novembre 1931 dal Re d’Italia Vittorio Emanuele III, che decretò e riconobbe al Comune di Carpaneto il diritto di far uso di questo stemma comunale e dispose che tale decreto fosse registrato alla Corte dei Conti e trascritto nei registri della consulta araldica e dell’archivio di Stato.Dal XV secolo all’inizio del 1900, il castello di Carpaneto è stato proprietà della famiglia Scotti Douglas di Vigoleno. Dopo la morte violenta, avvenuta nel 1521 ad Agazzano, del conte feudatario Pier Maria Scotti, detto “il Buso” per la velocità e la destrezza con cui riusciva ad infilzare con la spada i suoi nemici, il borgo decadde.Insieme a Diolo e a Vigoleno, Carpaneto fu elevato a marchesato da Ranuccio I Farnese nel 1606 in favore di Cesare Maria Scotti e alla famiglia Scotti il castello rimase fino al 1908, anno in cui fu venduto al Comune. In esso presero ufficialmente stanza, oltre agli uffici comunali, anche la scuola elementare, la Pretura ed alcune attività commerciali.Solo da alcuni decenni l’edificio è adibito esclusivamente ad attività amministrativa del Comune. Nel palazzo si conservano le sole aeropitture murali realizzate nel 1934 dal pittore futurista piacentino BOT (Barbieri Osvaldo Terribile) nel salone a lui dedicato al piano superiore nel 1934 e ultimamente restaurate. Quelle dello scalone d’accesso furono affrescate nel 1937, su commissione del Podestà Carlo Nazzani. I lavori di recupero e restauro conservativo dell’antico palazzo hanno restituito al Castello la vetusta bellezza e la maestosa possanza. PC

Cinema Arcadia – Melzo

E' una delle più prestigiose multisale di tutta la Lombardia.Il gruppo fa parte di tre strutture cinematografiche situate a Melzo (MI), a Bellinzago Lombardo (MI) e ad Erbusco (BS). MI

Agriturismo La Dolce Vite

L'agriturismo circondato dai vigneti dei colli piacentini, affacciato sulla meravigliosa Val Trebbia. PC

Cinema Ideal Cityplex

E' il primo cinema Digitale del Piemonte.Raggiungibile comodamente anche con la metro (fermata XVIII Dicembre) è fornito di 5 sale altamente tecnologiche.Tutte le sale offrono allo spettatore il massimo comfort per una visione veramente unica del film con aria condizionata e posti riservati per le persone diversamente abili.Dalla fermata della Metro "XVIII DICEMBRE" sono circa 5 minuti a piedi, comodissimo! TO

Sottomura del Chiosco

Birreria all'aperto in centro città a Piacenza dalla fine di Maggio a circa metà Settembre.Il Sottomura del Chiosco è situato all'inizio della zona pedonale più frequentata della città (Pubblico Passeggio) dalla parte di Piazzale Genova ed è un vero e proprio giardino sotto le antiche mura di cinta della città...Ottima scelta di birre alla spina, pizze, club sandwich, piatti estivi, hamburger e griglia... il tutto in un'atmosfera estiva, divertente che ti allontana dall'essere in realtà in pieno centro città.Alzando gli occhi al cielo solo cielo e verde! Facilmente raggiungibile a piedi, bici, motorino, moto, macchina, e chi più ne ha più ne metta! All'interno spazio dedicato ai più piccoli (fino alle 22.30 tutte le sere con persona dedicata) anche per attività di avvicinamento allo sport e quest'anno arriva finalmente il pattinaggio proprio sulla pista Lia Chiapponi... e tante altre iniziative durante la breve stagione di apertura. PC

Cinema Victoria

Il Cinema Victoria di Modena è una struttura all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, dotata di 10 sale tutte con maxi schermo, poltrone ultracomode e aria condizionata. MO

Ponte dell’Olio

Ponte dell'Olio è situato sui Colli piacentini, in media Val Nure, a metà circa del corso del torrente Nure che ne lambisce il territorio.Luogo di numerose tradizionali feste tra cui la "Festa della Pancetta Piacentina" PC

Spazio Cinema Cremona Po

E pure Cremona ha il suo Spazio Cinema!!!e che spazio!!!7 Sale, in megacentro commerciale in zona politecnico...Esci dalla tangenziale, parcheggi, acquisti i popcornss... apposto!!! CR

CUNEO

Città del Piemonte di millemila abitanti e ventisei automobili, capoluogo dell'omonima provincia anche nota come Provincia Glanda.Fu fondata dai Fenici nel 1198 su un altopiano avente forma di triangolo peloso. Il nucleo più antico della città sorge sulla punta, da cui il famoso detto "quelli di Cuneo mi stanno sulla punta".La città è caratterizzata da un impianto a scacchiera lungo una via mediana (Via Roma, anche motto degli attivisti padani presenti nella zona) di epoca medievale. CN

FERRARA

Comune capoluogo dell'omonima provincia dell'Emilia Romagna.La città è situata nella zona del delta del fiume Po, il centro storico è circa 6 km a sud del ramo principale del fiume, mentre un ramo meridionale del delta, il Po di Volano, delimita la città medioevale con la sua cinta muraria, separandola dall'ancor più antico borgo di San Giorgio. I quartieri moderni a nord si estendono oggi fino al Po, includendo la località Pontelagoscuro.Il territorio è interamente pianeggiante FE

PARK FARINI

Tra il mercato ortofrutticolo e il Parco Fornaci di Vicenza... VI

Somma Lombardo

Somma Lombardo è un comune della Lombardia nella provincia di Varese.Dopo quello del capoluogo è il più esteso comune della provincia. VA

Cignone

Frazione lombarda del comune cremonese di Corte de' Cortesi con Cignone, alla cui denominazione contribuisce, posta a ovest del centro abitato. CR

Casteggio

Comune nella provincia di Pavia situato nell'Oltrepò Pavese, alla destra del torrente Coppa, affluente del Po, presso il suo sbocco in pianura. PV

Marcaria

Comune lombardo nella provincia di Mantova. MN

Medicina

Medicina è un comune di circa sedicimila abitanti nella provincia di Bologna.E' situato sul confine con la Romagna sulla strada statale San Vitale che collega Bologna e Ravenna (Via Salaria).Il nome: Deriva dal sostantivo latino medicina "luogo ove si medica, ci si cura". Per la prima volta compare in un documento ravennate del 885, dove il territorio ad est del capoluogo viene denominato Medesano.La leggenda: Il nome risale alla miracolosa guarigione dell’Imperatore Federico I di Svevia (Barbarossa). Caduto malato in questi luoghi guarisce dopo aver bevuto un brodo contenente una serpe. Come riconoscenza l’Imperatore nomina questa terra "Medicina" e la investe di privilegi. BO
1 2