Locali, luoghi..posti

Sto caricando la mappa ....

conosci la profonda provincia Italica?

UCI Cinemas Piacenza

Una dei millemila multisala targati UCI CINEMAS... (ex cinestar)Sale giochi al piano terreno, pizzeria, paninazzi, bambinetti il sabato pomeriggio, poltrone mega comode...Il Lunedì si entra a 5 euri e 90 centesimi!!! (comunque ci sono anche 10.000 altre promozioni visionabili qui) PC

Reggia di Venaria Reale

La Reggia di Venaria è uno dei simboli della famosa "rinascita" di turìn post olimpiadi 2006...Dopo esser stata utilizzata come caserma e campo di esercitazione militare, dopo i bombardamenti, l'abbandono e il saccheggio del dopoguerra.... Finalmente la "casetta in campagna" dei savoia (con annesso parcchetto di 3000 ettarucci) è diventato uno dei musei più visitati d'itaglia, oltre che sede di mostre e convegni internazzziunali!!!!Il costo del biglietto è generalmente esorbitante, tuttavia la visione della sala di diana, del giardino e delle scuderie...somma comunque ne val la pena non fate i tirchioni!!!!  TO

Museo Civico Ala Ponzone

Il Museo ha sede, dagli anni '30 del 1900, nel Palazzo Affaitati, antica residenza di una casata con importanti legami commerciali europei.L’architettura d’impianto cinquecentesco è stata successivamente integrata da importanti interventi nel Settecento e da un notevole ampliamento nell’Ottocento, quando l’edificio era stato adibito ad Ospedale.Nonostante sia poco conosciuto merita una visita già solo per la presenza di due quadri di due gradissimi pittori: il San Francesco di Caravaggio e l'Ortolano di Arcimboldo.Il museo però non si limita a questi due capolavori, possiede infatti opere del Nuvolone, una sezione di arte moderna è una vasta collezione di violini, chitarre e altri strumenti musicali; tutto questo all'interno delle sale di questo pregevole palazzo storico.La Pinacoteca è il fiore all'occhiello del Museo. Contiene quadri della scuola pittorica cremonese del 500 tra cui ricordiamo la famiglia Campi e le sorelle Anguissola.. Raccoglie i quadri del complesso moasteriale di San Domenico raso al suolo ai primi del 900 dove era ubicata la tomba del liutaio Antonio Stradivari. CR

Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja

Complesso architettonico e storico situato nella centrale piazza Castello a Torino.È patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO, come parte del sito seriale Residenze Sabaude.Nel palazzo ha sede il Museo civico d'arte antica.Si tratta di un connubio di duemila anni di Storia di Torino, da antichissima porta orientale della colonia romana di Julia Augusta Taurinorum a Casaforte difensiva, quindi a Castello vero e proprio, simbolo del potere sabaudo fino almeno al XVI secolo, quando venne preferito l'attuale Palazzo Reale, come sede dei duca di Savoia.La parte occidentale del primo complesso medioevale, fu poi chiamato Palazzo Madama perché fu dapprima abitato da Madama Cristina di Borbone-Francia, detta la prima Madama Reale, nel periodo 1620-1663 circa, quindi da Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, detta la seconda Madama Reale, nel periodo 1666-1724. Fu per quest'ultima che l'attuale facciata fu disegnata, nel 1716-1718, dall'architetto di corte Filippo Juvarra. TO

La Permanente

Storica istituzione nel panorama artistico milanese e italiano, l’Ente ha tuttora sede nel Palazzo progettato in stile neoclassico dall’architetto Luca Beltrami con l’intento specifico di ospitare esposizioni d’arte.Da oltre un secolo la Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente svolge, attività di promozione e diffusione culturale, organizzando e realizzando mostre monografiche e tematiche e rassegne storiche, anche in collaborazione con Musei, Enti ed Istituzioni nazionali ed esteri.Uno straordinario patrimonio artistico e archivistico, costituito da un’ampia raccolta di opere dell’ultimo Ottocento e del Novecento e da una vasta biblioteca specializzata, documenta la storia dell’Ente dalla sua fondazione fino ai giorni nostri. MI

Spazio Ventura XV

Nel cuore dell’area di Lambrate sorge Ventura XV, lo spazio più prestigioso e imponente dell'intero complesso della zona.Un ambiente di grande impatto emotivo dove meglio emerge il concept architettonico con il quale è stata affrontata la riqualificazione dell'intero complesso.Oggi ospita alcuni dei più prestigiosi architetti, designer, galleristi italiani, attività ad alto contenuto culturale come editoria e il politecnico del design.La grande sala a pianta rettangolare di circa 1700 mq, a suo tempo adibita alla produzione della ditta Faema, è caratterizzata da due colonnati in cemento, un lungo ballatoio, ideale per riprese o progetti d'illuminazione e da una parete a tutt'altezza costruita in uno speciale materiale siliconico in grado di far filtrare la luce creando una geometria di assoluto impatto emotivo.Per non alterare l'architettura dello spazio, l'impianto di condizionamento e riscaldamento dell'aria e l'impianto elettrico sono totalmente a vista. A completamento dello spazio ci sono un ampio ingresso carrabile, particolarmente comodo per l'accesso di strutture e mezzi da lavoro, un magazzino posto al piano interrato e otto servizi igienici, di cui uno indipendente per disabili e uno privato per lo staff. MI

La Fabbrica del Vapore

La Fabbrica del Vapore è il centro di produzione culturale giovanile del Comune di Milano!!!mostre, laboratori, conferenze, corsi, serate, eventi, robe...Somma il tipico posto che piace a noi!!!A due passi dal cimitero monumentale!!! MI

Castello Visconteo – Musei Civici Pavia

Costruito nel 1360 da Galeazzo II Visconti. I Visconti vollero anche disegnare un grandioso parco di caccia, che si estendeva originariamente per una decina di chilometri, fino alla Certosa di Pavia; oggi parte del territorio del parco è ancora presente, ma non più collegato al castello, e chiamato Parco della Vernavola. PV

Palazzo Reale

Cuore storico della città e centro espositivo per le grandi mostre a Milano, con i suoi 7000 metri quadri e oltre 1.000.000 di visitatori l'anno Palazzo Reale ospita i grandi nomi dell'arte moderna e contemporanea con opere di straordinario valore e in collaborazione con i più importanti musei ed istituzioni culturali nazionali e internazionali.La sua storia è strettamente legata a quella della città: sede di governo nel Medioevo e centro politico per le potenti signorie divenne residenza dei regnanti nel Settecento dopo la grande trasformazione Neoclassica del Piermarini, finchè all'inizio del Novecento fu ceduto allo stato e aperto alle visite dei cittadini.Un luogo accessibile a tutti, dove da anni l'arte e l'editoria specializzata incontrano il grande pubblico. MI

Museo per la Storia dell’Università di Pavia

Inaugurato nel 1932, ospita cimeli, documenti storici, preparati anatomici e strumenti di fisica appartenuti a illustri personaggi legati all'Università di Pavia, come Alessandro Volta, l'anatomista Antonio Scarpa, Ugo Foscolo e il premio Nobel Camillo Golgi. PV

GAM Torino

La Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, anche conosciuta come GAM, è il più antico museo d’arte moderna d’Italia.Fu fondata attorno al 1891-95 ed ospita 45mila opere tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie, disegni, incisioni e video d'artista. TO

Castello di Desenzano del Garda

Il castello che domina la città, sorto forse su un castrum romano a difesa delle invasioni barbariche, fu ricostruito in epoca comunale e rafforzato nel XV secolo, quando racchiudeva 120 case ed una chiesa dedicata a S. Ambrogio.Dell'imponente costruzione restano le mura, percorse nel perimetro da quattro torri, ed il mastio d'ingresso con i resti di un ponte levatoio. Alla fine dell'800 fu trasformato in caserma, in funzione fino al 1943.Il recupero delle mura permette la visita del camminamento di ronda e la salita al mastio d'ingresso, dal quale si gode di uno dei più bei panorami sul lago di Garda. Negli ex alloggi degli ufficiali sono state ricavate sale per mostre e convegni. BS

Società Promotrice delle Belle Arti

E' stata fondata nel 1842 con l’obiettivo di promuovere a Torino l’arte e gli artisti del momento, attraverso esposizioni delle loro opere.Dal 1914 ha sede a Torino presso il padiglione espositivo di via Crivelli, all’interno del Parco del Valentino, attualmente impiegato per mostre temporanee. TO

Palazzo del Governatore

Grande e prestigioso luogo d’arte moderna e contemporanea.Gli ampi spazi restaurati per ospitare mostre di livello internazionale, offrono al visitatore un interessante e articolato percorso che si distribuisce su più piani rendendo l’itinerario all’interno dello storico Palazzo piacevole, dinamico e coinvolgente.Riportato al suo splendore con il recente restauro, che ne ha ampliato e riorganizzato le enormi potenzialità, il Palazzo del Governatore conta oltre 3mila metri quadrati destinati alla programmazione di mostre temporanee ed altre importanti iniziative come laboratori, residenze d’artista e workshop.L’idea, da cui è nata l’esigenza e la volontà di riaprire al pubblico il Palazzo del Governatore, è quella di incentivare il confronto tra i più noti esponenti dell’arte contemporanea italiana e internazionale, arricchendo l’offerta culturale e artistica di Parma. PR

MUDEC – Museo delle Culture

Un polo multidisciplinare dedicato alle diverse culture del mondo, che con la sua pluralità di funzioni si inserisce nel panorama della città come nuovo spazio culturale di riferimento.All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq: dalle sale della collezione museale e delle esposizioni temporanee, all’auditorium; dalla caffetteria al concept store, che propone una raffinata selezione di libri ed oggetti oltre che pezzi unici di design; dal ristorante alla biblioteca; dalle aule didattiche alle sale per riunioni; dallo spazio junior al parcheggio.Il MUDEC è anche sede di importanti mostre temporanee che indagano le diverse culture del mondo. MI

Palazzo Reale di Torino

E' la prima e più importante tra le residenze sabaude in Piemonte, teatro della politica del regno sabaudo per almeno tre secoli.Residenza ufficiale dei Savoia fino al 1865, già Palazzo del Vescovo, fu trasformato da Ascanio Vitozzi (1584) per Carlo Emanuele I e successivamente ampliato e ristrutturato con una serie ininterrotta di interventi a cui presero parte i maggiori architetti ed artisti attivi a Torino tra Settecento e Ottocento. Dall'atrio si accede al piano nobile attraverso lo scalone d'onore, qui si trovano le sale di rappresentanza riccamente decorate con soffitti intagliati, stucchi, dorature e affreschi.Tra gli ambienti più affascinanti, il grandioso Salone degli Svizzeri, rimodernato su disegno di Pelagio Palagi (1835-40), la Sala del Trono, la Sala del Caffé, la Camera dell'Alcova di Carlo Emanuele II, l'ottocentesca Sala da Ballo, uno degli ambienti più sfarzosi del palazzo e infine la magnifica Scala delle Forbici di Filippo Juvarra (1720).La scala porta al secondo piano nobile, agli appartamenti nuziali dei Principi di Piemonte e dei Duchi d'Aosta: 30 camere, sgombrate e sigillate nel 1946, alla caduta della monarchia, e riaperte al pubblico nel 2007.Nei sotterranei del palazzo sono visitabili le spettacolari cucine e i giganteschi cantinoni. Dal cortile porticato si accede al giardino racchiuso dalle fortificazioni seicentesche. Nonostante le manomissioni, l'impianto del giardino conserva le tracce del progetto di André Le Notre (1697-1698), il geniale architetto di giardini di Luigi XIV, che prevedeva bacini d'acqua e viali disposti a raggiera.Il Palazzo è sede di mostre temporanee, visite guidate, attività educative, eventi, convegni e come il resto dei Musei Reali è visitabile gratuitamente la prima domenica di ogni mese. TO

Wall Of Sound Gallery

Guido Harari ha conosciuto e fotografato i più grandi miti della musica, da Fabrizio De André a Bob Dylan, Bob Marley, Vasco Rossi e Frank Zappa. Lou Reed ha detto di lui: “Sono sempre felice di farmi fotografare da Guido. So che le sue saranno immagini musicali, piene di poesia e di sentimento. Le cose che Guido cattura nei suoi ritratti vengono generalmente ignorate dagli altri fotografi. E poi un certo genere di immagini è possibile solo con una persona amica, non con un estraneo. Io considero Guido un amico, non un fotografo, ed è per questo che riesce a cogliere immagini come le sue”.Nel 2011 Guido e Cristina Pelissero hanno inaugurato Wall Of Sound Gallery, colmando una lacuna nell'ambito del collezionismo fotografico in Italia. Con l'obbiettivo di creare una specialissima capsula del tempo dove l'immaginario collettivo può riconnettersi con l'emozione visuale della musica e della sua cultura, Guido e Cristina hanno dato vita ad un luogo ideale per gli appassionati di musica e di fotografia, per collezionisti abituali e anche per chi vorrebbe muovere i primi passi in questo ambito. Tra fotografie di gran qualità delle icone leggendarie della musica e anche immagini meno conosciute o finora non disponibili, preziosi volumi in edizione limitata e manifesti d'epoca, la galleria è in grado di soddisfare qualunque esigenza anche per chi è alla ricerca di un regalo speciale per sé o per altri.Forte di un'esperienza più che quarantennale come fotografo, autore di libri e curatore di mostre, Guido ha ampliato i propri obbiettivi procedendo, insieme a Cristina e alla grafica Anna Fossato, al restauro di archivi dimenticati, contribuendo a riaccendere l'interesse di pubblico e media per fotografi storici, come ad esempio Art Kane e Joe Alper, rendendo le loro incredibili immagini di nuovo o per la prima volta disponibili sul mercato.Rappresentando un numero sempre crescente di fotografi internazionali di chiara fama e la crema degli autori italiani del genere, Wall Of Sound Gallery è divenuta rapidamente il punto di riferimento per qualunque acquirente di fotografie musicali fine art. La galleria pubblica inoltre i suoi libri/cataloghi e cura/produce mostre per musei. CN

ONO Arte Contemporanea

Galleria dedicata all'arte in tutte le sue forme: fotografia, videoarte, grafica, installazioni, libri, oggetti di design e abbigliamento, documentari, musica, vinili.E' nata dall’idea che la galleria debba oggi soddisfare un pubblico molto più vasto e variegato: per questo, al suo interno – pensato come un vero e proprio concept store – trovano spazio un bookshop, un music shop e un lounge bar.Le mostre, allestite nello spazio che si sviluppa su diversi livelli, sono prevalentemente di fotografia e sono incentrate soprattutto sulla musica, la moda e, in generale, su tutte quelle icone che hanno influenzato la cultura popolare dagli anni Sessanta ai giorni nostri, con numerosi eventi collaterali come presentazioni di libri, romanzi, fumetti, proiezioni e conferenze. BO

Musei Civici di Palazzo Farnese

Uno dei più importanti palazzi che rappresentano la storia di Piacenza PC

Spazio Cinema Cremona Po

E pure Cremona ha il suo Spazio Cinema!!!e che spazio!!!7 Sale, in megacentro commerciale in zona politecnico...Esci dalla tangenziale, parcheggi, acquisti i popcornss... apposto!!! CR
1 2 3