Locali, luoghi..posti

Sto caricando la mappa ....

conosci la profonda provincia Italica?

Shout – Dinner, Beer & Live

Birra cibo e musica live in stile ammmerrrighan-industriale!!!! (a Vittuone!!!)Hamburgeria, griglieria, birra, cocktails e tanta ma tantissima buona musica live.LE NOSTRE SERATE:MARTEDÌ Birra omaggio MERCOLEDÌ Birra omaggio GIOVEDÌ Space Jam Session | Giovedrink 2x1 VENERDÌ Tribute & Cover Band Live in Arena SABATO Tribute & Cover Band Live in Arena DOMENICA aperitivo, buffet & Musica dal vivoLet there be rock!! MI

Castello Sforzesco di Vigevano

Il Castello di Vigevano è un tutt'uno con la Piazza Ducale che funge da regale atrio d'ingresso. Si può considerare una piccola città nella città, essendo per estensione uno dei più grandi complessi fortificati d'Europa.Il primo nucleo risale all'età longobarda (VII-X secolo), mentre la sua trasformazione in residenza signorile si deve ai Visconti (in particolare a Luchino Visconti) e agli Sforza in particolare a Ludovico il Moro.Alla sua realizzazione contribuirono sicuramente artisti come Bramante e si pensa anche Leonardo. Tra il 1492 e il 1494 i lavori erano terminati. Con la fine della dinastia sforzesca (1535) il castello passò agli spagnoli e iniziò un lento declino.Nel 1696 i plenipotenziari dei governi europei convenuti per firmare la pace di Vigevano lo dichiarano inagibile e quando agli inizi del Settecento diventa sede di una guarnigione dell'esercizio austriaco cominciano le trasformazioni radicali.Verso la metà dell'Ottocento diventa Caserma dell'Esercito Sardo e quindi del Regio Esercito Italiano e rimane sede militare fino al 1968. PV

Rocknroll Club Milano

...A sentir loro: "La colonna portante del Rock a Milano" (a 2 passi dal tunnel..)un locale polifunzionale, Ristorante, Pub e Live Club, rigorosamente Ruoocccc!!! wwwwhooooooooaaaa!!!(ma come cavolo si arriva senza auto???) Linea 3 fermata Sondrio Linea 2 fermata Centrale Mezzi di superficie Tram: 2 | Bus: 42 – 43 – 53 | Filobus: 90 – 91 Mi

Il Magazzino di Gilgamesh

Locale storico del panorama della musica notturna torinese in pieno stile “Jazz Club Newyorkese”.E' famoso in tutto il Nord Italia come punto di riferimento per la musica live (Jazz, Blues, Rock). TO

Palazzo Albergati

Sulle fondamenta di antichi edifici residenziali posti in Via Saragozza, a Bologna, a partire dal 28 aprile 1519, iniziò la costruzione dell’odierno Palazzo Albergati - edificato dall’omonima e importate famiglia bolognese - nato dal progetto architettonico attribuito a Baldassarre Peruzzi (o a Domenico da Varignana).In una posizione eccezionale rispetto agli altri, Palazzo Albergati primeggia sulla via del centro storico bolognese con la sua imponente facciata che assunse la forma definitiva nel primo decennio del ‘600, e vanta all’interno preziosi affreschi del ‘600/’700 tra i quali il Fregio di Bartolomeo Cesi raffigurante le Storie di Annibale e alcuni scene della Seconda Guerra Punica.L’8 agosto 2008 Palazzo Albergati fu colpito da un incendio che ha portato ad iniziare una serie di restauri che hanno interessato in particolare alcuni appartamenti al pianterreno e al primo piano, col totale recupero di tutte le decorazioni pittoriche e i vari stucchi baroccheggianti a decorazione delle volte del Palazzo, che datano dal secolo XVII al XIX. BO

Musicolepsia

Qui si respira e si vive di musica: sale prova e di registrazione certificate, eventi live e ristorante tutto in uno. MI

Museo Accorsi-Ometto

Il Museo Accorsi - Ometto, che ospita la collezione del “principe degli antiquari” Pietro Accorsi, è aperto al pubblico dal 1999. Si tratta di una casa-museo squisitamente arredata dal cavalier Giulio Ometto, Presidente dell’Istituzione, secondo il gusto del Fondatore.Una dimora nobiliare in cui si sono ricostruiti ambienti di straordinaria ricchezza e da cui il proprietario sembra appena uscito; spazi in cui mobili, tappeti, arazzi, oggetti e quadri sono messi in relazione tra loro per ricreare atmosfere di altri tempi. Il percorso espositivo è composto da 27 sale e ospita migliaia di oggetti prevalentemente settecenteschi. Tra le opere più rappresentative, è possibile ammirare il doppiocorpo di Pietro Piffetti, definito dalla critica “il mobile più bello del mondo”, firmato e datato 1738: un capolavoro di intaglio, intarsio e scultura che ha reso celebre l’artista in tutto il mondo.Fin dalla sua apertura il museo inoltre ospita importanti mostre, principalmente volte alla conoscenza delle arti decorative, non tralasciando temi di interessi internazionale. Tra le mostre più recenti, le esposizioni dedicate al Divisionismo, al Futurismo e le personali di grandi artisti quali Gio’ Pomodoro, Giacomo Grosso, Giovanni Battista Quadrone, Alberto Pasini. TO

La Permanente

Storica istituzione nel panorama artistico milanese e italiano, l’Ente ha tuttora sede nel Palazzo progettato in stile neoclassico dall’architetto Luca Beltrami con l’intento specifico di ospitare esposizioni d’arte.Da oltre un secolo la Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente svolge, attività di promozione e diffusione culturale, organizzando e realizzando mostre monografiche e tematiche e rassegne storiche, anche in collaborazione con Musei, Enti ed Istituzioni nazionali ed esteri.Uno straordinario patrimonio artistico e archivistico, costituito da un’ampia raccolta di opere dell’ultimo Ottocento e del Novecento e da una vasta biblioteca specializzata, documenta la storia dell’Ente dalla sua fondazione fino ai giorni nostri. MI

Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura

E' il principale centro di produzione culturale di Genova: mostre d’arte, convegni, cicli di incontri, attività didattiche, sono le attività del Palazzo. GE

Palazzo Santa Margherita

Situato in una delle più suggestive vie del centro storico di Modena, corso Canalgrande, dove un tempo vi era una chiesa dedicata a Santa Margherita. Utilizzato dal XII secolo prima come convento poi come caserma, nel 1874 diventa sede del Patronato dei Figli del Popolo.Oggi è sede della Fondazione Modena Arti Visive, che nasce, per iniziativa del Comune di Modena e della Fondazione di Modena, nell’ottobre del 2017, raccogliendo l’eredità e il patrimonio culturale delle tre istituzioni che sono confluite in essa: la Galleria Civica di Modena, la Fondazione Fotografia di Modena, il Museo della Figurina.Al primo piano è ubicata la sala grande, al secondo piano le sale superiori inaugurate nel 2004, mentre al piano terra, subito dopo l'ingresso a Palazzo, si percorre un suggestivo corridoio che circonda il chiostro. Grazie ai suoi spazi ampi e ben articolati il Palazzo si presta per mostre dedicate prevalentemente al disegno e alla fotografia, piccole personali monografiche, cicli espositivi e ricognizioni sulle ricerche condotte da artisti dell'ultima generazione. MO

Galleria d’Arte Moderna

La Galleria d'Arte Moderna di Milano presenta un percorso espositivo permanente dedicato alla pittura e alla scultura dal XVIII° al XX° secolo dalle Raccolte d'arte di Milano. Insieme ai capolavori di Francesco Hayez, Pompeo Marchesi, Andrea Appiani, Giovanni Segantini, Federico Faruffini, Antonio Canova, Daniele Ranzoni, Medardo Rosso, Gaetano Previati, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Giovanni Boldini, Vincent Van Gogh, Paul Cézanne, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, la GAM propone un programma espositivo e di attività collaterali.VILLA REALELa Galleria d'Arte Moderna ha la sua sede nella Villa Reale di Milano, Realizzata tra il 1790 e il 1796 come residenza del conte Lodovico Barbiano di Belgiojoso, è uno dei capolavori del Neoclassicismo milanese. La Villa è stata progettata dall'architetto austriaco Leopoldo Pollack, collaboratore del massimo rappresentante del Neoclassicismo lombardo, Giuseppe Piermarini.(foto Paolobon140) MI

Museo Teatrale alla Scala

Il Museo Teatrale alla Scala non è solamente un “museo”. Le sale dell’ex Casinò Ricordi, dove nel lontano 1913 è nato il Museo, non sono semplici scaffali dove mostrare cimeli e opere d’arte legati al teatro.Queste sale sono state, prima di tutto, un luogo in cui conversare di musica, di arte, di letteratura. Ecco perché ogni anno organizziamo e ospitiamo eventi culturali che animino le sale del Museo, al di là della semplice visita.L'obiettivo è ricreare quell’atmosfera di curiosità, passione e vivace dibattito che ha sempre contraddistinto il Teatro alla Scala. Agli appuntamenti di Un Museo da Salotto e Letture e Note al Museo, si aggiungono quelli di Un Museo Senza Limiti: un progetto nato per unire il mondo del teatro alla disabilità e a chi ha meno possibilità di fruirlo, poché il teatro è patrimonio di tutti, nessuno escluso. MI

Castello Campori

Simbolo di Soliera, in provincia di Modena, sorse su un antico castrum, citato nei documenti fin dall’inizio dell’anno Mille e annoverato fra i possedimenti del marchese Ugo Estense e poi fra quelli di Matilde di Canossa.Costruito nel XII secolo come fortezza e trasformato poi in dimora signorile, il castello deve il suo nome ai marchesi Campori, che lo abitarono a partire dal Seicento. Nei secoli precedenti fu conteso tra gli Este e i Pio, per la sua posizione strategica, a metà strada tra Modena e Carpi. I Campori rimasero feudatari fino al 1796 e mantennero la proprietà del castello per altri due secoli, finché lo cedettero alla parrocchia.Nel 1990 il castello fu infine acquistato dal Comune di Soliera. E' diventato il Castello dell'Arte: sede espositiva dedicata ai linguaggi artistici contemporanei.In un suggestivo sottotetto del castello, lungo la scala che porta al piano superiore, si trova l’acetaia comunale. Soliera si trova nel cuore dell’area di produzione di questo prodotto unico al mondo. Per promuovere questa eccellenza l’associazione solierese Compagnia Balsamica, che gestisce l’acetaia, organizza eventi gastronomici, conferenze, degustazioni e visite guidate. MO

ONO Arte Contemporanea

Galleria dedicata all'arte in tutte le sue forme: fotografia, videoarte, grafica, installazioni, libri, oggetti di design e abbigliamento, documentari, musica, vinili.E' nata dall’idea che la galleria debba oggi soddisfare un pubblico molto più vasto e variegato: per questo, al suo interno – pensato come un vero e proprio concept store – trovano spazio un bookshop, un music shop e un lounge bar.Le mostre, allestite nello spazio che si sviluppa su diversi livelli, sono prevalentemente di fotografia e sono incentrate soprattutto sulla musica, la moda e, in generale, su tutte quelle icone che hanno influenzato la cultura popolare dagli anni Sessanta ai giorni nostri, con numerosi eventi collaterali come presentazioni di libri, romanzi, fumetti, proiezioni e conferenze. BO

Palazzo Cuttica

E' un palazzo della città di Alessandria fatto costruire nel XVIII secolo dal Marchese Cuttica di Cassine in stile tra il rococò ed il classicismo.Centro mondano che accoglieva i migliori ingegni della città, nel periodo napoleonico il palazzo venne scelto come abitazione dal generale francese Chasseloup e in seguito dal generale Despinois.Nel 1806 divenne Prefettura di Marengo e infine venne acquistato dal Comune che vi inserì la Prefettura, l'Amministrazione Provinciale, gli Uffici finanziari e in seguito gli Uffici postali e il Tribunale.Oggi il Palazzo accoglie il Conservatorio Statale di Musica "Antonio Vivaldi", la scuola media annessa ed il Museo Civico. AL

Museo del Violino

Il Museo del Violino Antonio Stradivari, con sede a Cremona, è dedicato alla liuteria cremonese di tutti i tempi.E' allo stesso tempo un Museo, un Auditorium ed un centro di Ricerca sulla liuteria antica e moderna.Promuove il Concorso Triennale di liuteria cremonese Antonio Stradivari. CR

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento a Palazzo dell'Arengario affacciato su Piazza Duomo a Milano, presenta al pubblico circa quattrocento opere selezionate tra le quasi quattromila dedicate all'arte del XX secolo provenienti dalle Civiche Raccolte d'Arte milanesi, in un percorso permanente che attraversa i diversi periodi artistici. Dal Futurismo alla Metafisica, dal Gruppo Forma 1 alla Transavanguardia, dall'Arte Povera alle più recenti ricerche di arte contemporanea, si i possono ammirare i capolavori di Pellizza da Volpedo (Il Quarto Stato), Boccioni, Modigliani, De Chirico, Sironi, Fontana e molti altri. MI

Palazzo Reale

Cuore storico della città e centro espositivo per le grandi mostre a Milano, con i suoi 7000 metri quadri e oltre 1.000.000 di visitatori l'anno Palazzo Reale ospita i grandi nomi dell'arte moderna e contemporanea con opere di straordinario valore e in collaborazione con i più importanti musei ed istituzioni culturali nazionali e internazionali.La sua storia è strettamente legata a quella della città: sede di governo nel Medioevo e centro politico per le potenti signorie divenne residenza dei regnanti nel Settecento dopo la grande trasformazione Neoclassica del Piermarini, finchè all'inizio del Novecento fu ceduto allo stato e aperto alle visite dei cittadini.Un luogo accessibile a tutti, dove da anni l'arte e l'editoria specializzata incontrano il grande pubblico. MI

Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja

Complesso architettonico e storico situato nella centrale piazza Castello a Torino.È patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO, come parte del sito seriale Residenze Sabaude.Nel palazzo ha sede il Museo civico d'arte antica.Si tratta di un connubio di duemila anni di Storia di Torino, da antichissima porta orientale della colonia romana di Julia Augusta Taurinorum a Casaforte difensiva, quindi a Castello vero e proprio, simbolo del potere sabaudo fino almeno al XVI secolo, quando venne preferito l'attuale Palazzo Reale, come sede dei duca di Savoia.La parte occidentale del primo complesso medioevale, fu poi chiamato Palazzo Madama perché fu dapprima abitato da Madama Cristina di Borbone-Francia, detta la prima Madama Reale, nel periodo 1620-1663 circa, quindi da Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, detta la seconda Madama Reale, nel periodo 1666-1724. Fu per quest'ultima che l'attuale facciata fu disegnata, nel 1716-1718, dall'architetto di corte Filippo Juvarra. TO

Castello visconteo – sforzesco

Principale edificio di carattere militare della città di Novara. Situato in pieno centro storico, affaccia a Nord su Piazza Martiri, mentre sui restanti tre lati è circondato dai giardini pubblici. Elemento essenzialmente difensivo, con il tempo la funzione militare passò in secondo piano fino ad arrivare alla trasformazione dei bastioni in luoghi di passeggio pubblico, sotto l'amministrazione sabauda del Settecento. Divenne carcere nel periodo napoleonico trasformando le strutture medievali esistenti. Il castello rischiò di essere abbattuto nell'Ottocento, perché considerato spoglio di ogni pregio artistico. Voci autorevoli si opposero, ispirati dal grandioso restauro che stava avvenendo proprio in quei giorni al Castello Sforzesco di Milano.Dopo anni di abbandono viene restaurato e riaperto nel gennaio 2016. No
1 2 3 4 5