HOME

Eventi, serate..robe

OGGI | DOMANI | MESE | SETTIMANA | WEEK-END

Looking for Monna Lisa

1/1 - 29/3 h 10:00 @ Pavia PV

Torino città del cinema 2020

Reunion in Cremona – Tesori dal National Music Museum – Vermillion South Dakota

La città del profumo

La voce dell’Adda. Leonardo e la civiltà dell’acqua.

Nei palchi della Scala. Storie milanesi

NOI, IL CIBO, IL NOSTRO PIANETA: ALIMENTIAMO UN FUTURO SOSTENIBILE

Georges de La Tour. L’Europa della Luce

24/2 h 09:30 @ Palazzo Reale MI

Golositalia 2020

GUGGENHEIM La collezione Thannhauser. Da Van Gogh a Picasso

24/2 h 09:30 @ Palazzo Reale MI

Il suono del becco del picchio

24/2 h 09:30 @ GAMeC Bergamo BG

Leonardo da Vinci, I Volti Del Genio

Van Gogh Multimedia Experience

Andrea Mantegna. Rivivere l’antico, costruire il moderno

Banksy takes Franciacorta

CHAGALL Sogno e Magia

Lancia Aurelia 1950-2020. Mito senza tempo

Margaret Bourke-White Dorothea Lange. Ricevere l’avvenimento

#CHESSSIFACONSIGLIA:

Banksy takes Franciacorta

Banksy takes Franciacorta

Leonardo da Vinci, I Volti Del Genio

Leonardo  da Vinci, I Volti Del Genio

The BLUES JAM – Gilgamesh Live Music

The BLUES JAM – Gilgamesh Live Music

Sonic

Sonic

BUTTASU UN EVENTO o cerca altra ROBA


Locali, luoghi..posti

QUI VICINO | PROVINCIA | MAPPA

Acquario Civico di Milano

L'Acquario Civico di Milano: un museo viventeÈ ospitato in uno splendido edificio liberty che con i suoi fregi e maioliche racconta all'esterno il suo contenuto. È situato accanto all'Arena civica e ai margini del Parco Sempione, di cui riproduce l'architettura ellittica. L'attuale assetto dell'edificio e delle vasche è frutto della ristrutturazione (2003-2006) che ha restituito l'Istituto, nella sua nuova veste, ai visitatori e alla cittadinanza. MI

Arengario

Eretto verso la fine del XIII secolo, l'antico palazzo comunale, detto Arengario (dal latino arengarius, derivato dal germanico hari-hring, “luogo per assemblee”) sorge in posizione pressoché contigua al Duomo, a significare anche visivamente la contrapposizione di poteri, religioso e civile, che anche a Monza contraddistinse il periodo comunale.Situato nel centro cittadino, in relazione alla vasta piazza del Mercato ed in asse con la via principale che legava la città a Milano e alla Brianza, faceva parte di un insieme complesso, che le vicende edilizie ed i restauri hanno ridotto al solo palazzo comunale. Accanto sorgeva, collegato da un passaggio sospeso, il palazzo pretorio (o del podestà) oggi scomparso.L'edificio presenta a piano terra un ampio porticato ad arcate, sorretto da massicci pilastri in pietra, luogo degli incontri e degli scambi, ed un’unica grande sala coperta a capriate di legno al primo piano, destinata alle adunanze ed assemblee, che si apre con un balconcino a loggetta (la "parlera") dalla quale si leggevano i decreti emanati dal Comune alla popolazione. La torre campanaria, realizzata successivamente, sul lato nord, presenta la merlatura ghibellina a coda di rondine.L'antico accesso alla sala superiore, adibita ora a sala espositiva per mostre d'arte e rassegne culturali, avveniva lungo il fianco orientale tramite due scale esterne alla porta di cui sono tuttora visibili le tracce. Oggi l'ingresso è da nord attraverso una scala nella torre. MB

Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano

Da chiesa paleocristiana a chiesa romanica a chiesa barocca ad auditorium per la cultura, scambio, dialogo, riflessione, incontro, arte, vita nel pieno centro di piacenza???E' esattamente quel che è successo al 12 di Via Sant'Eufemia!!!! PC

CAMERA Centro Italiano per la Fotografia

Torino, città da sempre attenta ad ogni forma d’arte, è nato nel 2015 un nuovo ed interessante progetto legato alla fotografia e al fotoracconto: il Centro Italiano per la Fotografia.Questo centro si pone come obiettivo quello di essere uno spazio espositivo, un osservatorio sulla fotografia italiana ed internazionale nonché una vera a propria piattaforma di incontro, ricerca, sperimentazione e apprendimento su questa incredibile e potente espressione artistica.Attraverso eventi, mostre, workshop adattati alle varie fasce di età ed altre iniziative, Camera vuole inoltre promuovere una diversa educazione visiva (in un momento storico altamente saturo di immagini e fotografie) per favorire nei ragazzi e negli adulti una più ampia comprensione delle immagini. TO

Castello Campori

Simbolo di Soliera, in provincia di Modena, sorse su un antico castrum, citato nei documenti fin dall’inizio dell’anno Mille e annoverato fra i possedimenti del marchese Ugo Estense e poi fra quelli di Matilde di Canossa.Costruito nel XII secolo come fortezza e trasformato poi in dimora signorile, il castello deve il suo nome ai marchesi Campori, che lo abitarono a partire dal Seicento. Nei secoli precedenti fu conteso tra gli Este e i Pio, per la sua posizione strategica, a metà strada tra Modena e Carpi. I Campori rimasero feudatari fino al 1796 e mantennero la proprietà del castello per altri due secoli, finché lo cedettero alla parrocchia.Nel 1990 il castello fu infine acquistato dal Comune di Soliera. E' diventato il Castello dell'Arte: sede espositiva dedicata ai linguaggi artistici contemporanei.In un suggestivo sottotetto del castello, lungo la scala che porta al piano superiore, si trova l’acetaia comunale. Soliera si trova nel cuore dell’area di produzione di questo prodotto unico al mondo. Per promuovere questa eccellenza l’associazione solierese Compagnia Balsamica, che gestisce l’acetaia, organizza eventi gastronomici, conferenze, degustazioni e visite guidate. MO

Castello Sforzesco di Milano

E' uno dei principali simboli della Città di Milano e della sua storia.Fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione risalente al XIV secolo nota come Castrum Porte Jovis (Castello di porta Giovia o Zobia), e nei secoli ha subito notevoli trasformazioni.La Porta Giovia viene eretta in età romana (III secolo d.C.) da Diocleziano Giovio, a cavallo della cinta muraria dell’antica Mediolanum, costituendo un punto di transito per chi entra ed esce dalla città.In età medievale Azzone Visconti potenzia e amplia il circuito murario antico.Il ruolo di questa porta cambia nella seconda metà del 1300, quando Galeazzo II Visconti vi costruisce intorno la sua rocca quadrata.Fra il Cinquecento e il Seicento era una delle principali cittadelle militari d'Europa. Trasformato in una delle più ampie cittadelle fortificate d'europee, era destinata alle truppe del figlio Gian Galeazzo.Solo con Filippo Maria Visconti, nel XV secolo, il complesso adibito a fortezza e prigione assume carattere di residenza signorile della famiglia, che fino a quel momento abitava il Palazzo dell’Arengo vicino al Duomo. L’area del Castello verrà allora ampliata e dotata di un fossato, di giardini e di un grande parco verso nord.Restaurato in stile storicista da Luca Beltrami tra il 1890 e il 1905.Oggi è sede di importanti istituzioni culturali e meta turistica. ed è uno dei più grandi castelli d'Europa. MI

Castello Visconteo – Musei Civici Pavia

Costruito nel 1360 da Galeazzo II Visconti. I Visconti vollero anche disegnare un grandioso parco di caccia, che si estendeva originariamente per una decina di chilometri, fino alla Certosa di Pavia; oggi parte del territorio del parco è ancora presente, ma non più collegato al castello, e chiamato Parco della Vernavola. PV

Castello visconteo – sforzesco

Principale edificio di carattere militare della città di Novara. Situato in pieno centro storico, affaccia a Nord su Piazza Martiri, mentre sui restanti tre lati è circondato dai giardini pubblici. Elemento essenzialmente difensivo, con il tempo la funzione militare passò in secondo piano fino ad arrivare alla trasformazione dei bastioni in luoghi di passeggio pubblico, sotto l'amministrazione sabauda del Settecento. Divenne carcere nel periodo napoleonico trasformando le strutture medievali esistenti. Il castello rischiò di essere abbattuto nell'Ottocento, perché considerato spoglio di ogni pregio artistico. Voci autorevoli si opposero, ispirati dal grandioso restauro che stava avvenendo proprio in quei giorni al Castello Sforzesco di Milano.Dopo anni di abbandono viene restaurato e riaperto nel gennaio 2016. No

Centro Culturale di Milano

Il Centro Culturale di Milano ha sede nell'edifico firmato Studio Caccia Dominioni, a fianco della Chiesa di San Vito al Pasquirolo, che diede i natali a Caravaggio. Ente morale ideato e sostenuto da personalità e professionisti di Milano e del Paese, e dal volontariato dei giovani. Attivo dal 1981, con le sue 22.000 presenze e più di 50 eventi l’anno, è originale spazio di dialogo ed espositivo su molti campi della cultura e dell’arte, in collaborazione con istituzioni, enti, case editrici. MI

Centro Fiera di Montichiari

Il Centro Fiera di Montichiari opera nell’ottica del marketing territoriale, con l’obiettivo di soddisfare i bisogni dei consumatori e valorizzare un distretto produttivo d’eccellenza qual è il territorio bresciano. Centro Fiera di Montichiari significa innanzitutto servizi. Servizi per le aziende, gli operatori, i professionisti e i visitatori. Le caratteristiche del Centro Fiera di Montichiari ne fanno una struttura ideale per ospitare fiere business per operatori (BtoB) e fiere per consumatori (BtoC). Con un calendario che conta oltre venti fiere l’anno e un ricco programma di congressi, workshop ed eventi aziendali, il Centro Fiera di Montichiari si propone come punto di riferimento strategico per il territorio, con iniziative che ne valorizzano le potenzialità economiche, turistiche e culturali. BS

Century Multicinema CineCi

CineCi... da qui finisce la realta!!!Il successo del Century Multicinema CineCi nasce dagli standard voluti di elevata qualità e massimo livello di comfort e attenzione al cliente – molto al di sopra della normalità.PERFETTA VISIBILITA’ = SALE A GRADINATA SCHERMI GIGANTI = MAI VISTI PRIMA MASSIMA COMODITA’ = SENZA UGUALI CON SCHIENALI DISTANZIATI FINO A mt. 1,65 SUPERIORE FEDELTA’ = SONORO JBL DIGITAL DOLBY SURROUND 7.7 . BO

Cinema Massimo

La Multisala Cinema Massimo, la cui gestione è appannaggio del Museo Nazionale del Cinema dal 1989, è stata completamente ristrutturata e rinnovata sotto il profilo tecnologico: tutte le sale sono attrezzate anche con proiettori digitali 2K. Inaugurata il 24 gennaio 2001, la multisala ha totalizzato oltre un milione di spettatori.Ospita i principali festival cinematografici torinesi: Torino Film Festival, CinemAmbiente, Sottodiciotto. TO

I PIÙ UPPATI

AGGIUNGI UN LUOGO o cerca altri POSTI


Video

Chi ha incastrato Roger Rabbit – La morte delle faine

scopri altri VIDEO


News

INVIA UN ARTICOLO o leggi altre NEWS